11 Ottobre 2020 15:00 | Stadio Domenico Francioni Serie D (girone G) | Giornata 3
| Primo tempo: 2-1
Risultato Finale
Commento partita

Latina (3-4-3): Alonzi 6.5; Allegra 6.5, A. Esposito 6.5, Giorgini 6.5; Mastrone 7 (14'st Teraschi 6.5), Barberini 7 (24'st Bardini 6), Sevieri 6.5, Pompei 7; Corsetti sv (14'st Di Renzo 8), Alessandro 8 (35'st Di Emma 6.5), Tortolano 7 (46'st Calagna sv). A disp. Gallo, Franchini, G. Esposito, Atiagli.

All. Scudieri

Giugliano (4-5-1): Mola 5.5; Micillo 5, D'Ausilio 5, Stendardo 5.5, Mennella 5 (24'st De Siena 5); Caso Naturale 6, Tarascio 5, Liccardo 5.5, Poziello 6 (41'st Di Dato sv), C. Orefice 5; A. Orefice 5 (30'st Filogamo sv). A disp. Piazza, Rosito, Capuano, D'Angelo, Catalano, Otranto.

All. Carannante

Arbitro: Gregoris di Pescara

Assistenti: Siracusano di Sulmona - Lombardi di Chieti

Marcatori: 20'pt Caso Naturale, 27'pt Di Renzo, 37'pt Alessandro, 29'st Pompei, 38'st Di Renzo, 46'st Di Emma

Terza vittoria consecutiva e primato insieme al Formia nel girone G. Scudieri lo aveva detto alla vigilia, che la classifica era un aspetto relativo rispetto alle forze in campo. Questa previsione è stata confermata per la prima mezz'ora di sostanziale equilibrio e smentita dal secco Latina - Giugliano 5-1 finale. La bravura sta nel saper vincere le partite con partenza in salita, come lo è stato nel caso del Francioni, al cospetto di avversario in difficoltà e per questo ancora più agguerrito. Il copione tattico ha visto il pallino in mano ai pontini e campani ermetici, pronti a ripartire con qualità. Poi nella ripresa è emerso il divario tecnico ed emotivo. Il sinistro di Tortolano in corsa, alto sulla traversa, apre al 5' la serie delle occasioni. All'8' la caviglia destra di Corsetti (trauma distorsivo con versamento), sostituito da Di Renzo, toglie un potenziale protagonista alla gara, che si accende all'20 sull'ingresso in area di Caso Naturale, elude l'uscita di Alonzi e porta in vantaggio il Giugliano. Il Latina non si scompone e continua a proporre gioco, che al 22' potrebbe portare al pari, se Barberini avesse più piede e coraggio sul traversone dello sgusciante Di Renzo, che al 27' è prontissimo a valorizzare la grande giocata nello stretto di  Alessandro e mostrare, insieme ai compagni, la maglia numero 8 a Garufi infortunato in tribuna. Alessandro al 32' sfrutta l'errore di Mennella, resiste alla carica, piazza il destro deviato da un super Mola. Al 37' i nerazzurri completano la rimonta. Verticalizzazione di Di Renzo per Alessandro, che davanti il portiere stavolta non sbaglia. Ma il Giugliano è sempre vivo e prima del risposo, sul destro deviato di Carlo Orefice, Alonzi schiaffeggia il pallone in angolo. Da un portiere risolutore ad un altro. Mola dice non al colpo di testa di Allegra, al 7'di una ripresa, in cui il Giugliano adotta un più propositivo 4-3-3. Il Latina comunque gestisce e si rende sostanzialmente più pericoloso dell'avversario e alla lunga assesta i colpi decisivi. Il contropiede nerazzurro è devastante e potrebbe chiudere i conti al 27', con Teraschi che servito da un superlativo Alessandro, calcia in diagonale puntando al secondo palo, dove Mola riesce ad arrivare. Questione di poco, perché al 29' Pompei si inserisce sulla sinistra, mette al centro trovando lo zampino di D'Ausilio che corregge la traiettoria ingannando Mola.  Al 38' altra ripartenza, Tortolando spedisce in rete Di Renzo, che da doppietta. Al novantesimo l'attaccante potrebbe triplicare, se non fosse per l'intervento su punizione del portiere Mola, superato ancora in pieno recupero da Antonio Di Emma, diagonale sugli sviluppi del corner, raccogliendo la soddisfazione di realizzare il  primo gol in Serie D, il quarto complessivo in nerazzurro considerando un gol in Serie C2, nella stagione della promozione in C1 (2010-2011), US Latina guidato da Sanderra, e due nel campionato di Eccellenza 2008-2009, Virtus Latina promosso in Serie D con mister Sibilia.

MdA