20 Febbraio 2022 14:30
Serie D (girone H) | Giornata 25
Primo tempo: 1-2
Virtus Matino
1
1 : 2
Casarano
2
Risultato Finale
Commento partita

Virtus MATINO= Leuci; Rantucho, D’Andria, Calò (Fina da 28’s.t.), Patronelli, Maxime; Monopoli, Tarantino (Gramegna dal 46’s.t.), Morra (Stauciuc dal 21’s.t.), Palmisano, Inguscio (Michell dal 28’s.t.).   A disposizione: Caputo, Convertini, Mbegue, Giannotta, Ancora.  Allenatore: Branà

CASARANO= Iannì; Vitrofrancesco, Rizzo, Raimo; De Stefano (Santarcangelo dal 43’p.t.), Atteo, Logoluso (Ribeiro dal 43’p.t.), Montinaro, Coronese; Dambros (Tedesco dal 15’s.t., Fontana dal 25’s.t.), Prinari (Dellino dal 15’s.t.).  A disposizione: Montoya, Meduri, Greco. Allenatore: Monticciolo

Arbitro; Senthuran Ligamoorthy di Genova

Marcatori: Palmisano 6’p.t. (rig.), Dambros 45’p.t.(rig.), Montinaro 46’p.t.(rig.)

Note: espulso D’Andria (M) per doppia ammonizione; ammoniti: Logoluso, Raimo, De Stefano, Dellino, Tedesco.


Al Comunale di Ugento il Casarano consolida la vittoria ottenuta in settimana sulla Casertana imponendosi anche nel derby contro la Virtus Matino con il risultato di 2-1. Tre i calci di rigore, tutti nei primi 45’, che decidono il secondo storico confronto tra le due formazioni.

In realtà i penalty sono stati quattro, perché oltre a quelli trasformati da Palmisano, Dambros e Montinaro c'è anche quello sbagliato da Prinari al 12’ del primo tempo. Grazie a questo risultato il Casarano si lascia alle spalle momentaneamente la griglia play out portandosi a quota 23 punti e occupando la tredicesima posizione. Per il Matino una sconfitta che pone fine al filotto di due risultati utili: i 16 punti ottenuti fin qui collocano la squadra in ultima piazza, a sei lunghezze dalla zona play out.

Dopo soli 5’ è il Matino a portarsi in avanti: incursione di Palmisano che viene atterrato da Sanchez, il direttore assegna la massima punizione che l’ex Nardò trasforma per l’1-0. Al 12’ reazione del Casarano, con un tiro al volo di Dambros sulla cui traiettoria si abbatte una mano avversaria, rigore anche per i rossazzurri: dal dischetto Prinari si fa ipnotizzare da Leuci. Al 28’ cambia la gara, con l’ex D’Andria che dopo esser stato ammonito atterra Logoluso a gamba tesa, il Matino rimane in dieci. Si arriva dunque al 40’ quando Santarcangelo viene atterrato in area con l’arbitro che assegna nuovamente una massima punizione: questa volta dagli undici metri ci va Dambros che non sbaglia, ristabilendo la parità. Al 43’ altro episodio da moviola: palla in profondità per Dambros che viene anticipato da Leuci, per il direttore di gara è ancora rigore in favore del Casarano, tra le proteste dei padroni di casa. Montinaro trasforma il rigore e porta la gara sul 2 a 1 al termine della prima frazione.

Nella ripresa il Matino riesce a costruire alcune nitide occasioni dal gol. Ad aprire le danze è il solito Palmisano che da posizione defilata colpisce una clamorosa traversa. Al 23’ Stauciuc riceve lungo linea e tenta un pallonetto scavalcando Iannì, Raimo è provvidenziale a salvare sulla linea di porta. Al 30’ sempre Stauciuc, in area di rigore tenta di andare a rete, ma con poca fortuna. Negli ultimi giri di lancette squadre lunghe, imprecisione e vani tentativi di ripartenza.

Fonte: lecceprima.it

MdA