09 Giugno 2021 16:00 | Stadio Vanni Sanna Serie D (girone G) | Giornata 33
| Primo tempo: 1-2
Risultato Finale
Commento partita

TORRES: Frasca (37' st Doumbouya), Rutjens (40' pt Battista), R. Pinna, Melli, Vavassori, Likaxhiu (37' st Tedesco), Mascia (21' st S. Pinna), La Vigna (21' st Ponsat), Cristaldi, Alvarez, Gomez. A disp. Schiaroli, Bilea, Mastromarino, Fadda. All. Mauro Giorico.

LANUSEI: La Gorga, Carta, Manca, Pennetta (43' st Mazzei), Bonu, Callegari, Varela, Arvia, Attili, Floris (24' st Mancini), Toracchio (15' st Virdis). A disp. Sinato, Paolini, Sylla, Lazazzera, Raimo, Orrù. All. Alfondo Greco.

ARBITRO: Matteo Frosi di Treviglio

RETI: 9' pt Cristaldi, 13' pt Callegari, 16' pt Varela, 44' st Attili, 49' st Tedesco

NOTE: Ammoniti: Varela, S. Pinna. Recupero: 2' + 4'.

La Torres si complica decisamente la vita e passa dal sogno di una salvezza da festeggiare in anticipo ad altri 90' thrilling per evitare la discesa in Eccellenza. Vince il Lanusei che non fa sconti a nessuno e, dopo aver costretto l'Arzachena a posticipare di un turno il taglio del traguardo, si ripete vincendo 3-2 al Vanni Sanna con un rigore sbagliato. A questo punto, se per gli ogliastrini vale il detto "non c'è due senza tre", domenica ad Arzana la terza vittoria di fila vuol dire primo posto tra le sarde per la squadra di Greco e salvezza per i sassaresi anche nel caso di una sconfitta a Muravera. Vincendo contro i sarrabesi, invece, i rossoblù taglierebbero la testa al toro senza guardare agli altri risultati ma dovrà scendere in campo una squadra diversa da quella vista all'ultimo appuntamento casalingo.

La gara. La prima novità è rappresentata dal ritorno del pubblico sugli spalti poi Giorico propone la difesa a tre col ritorno di Rutjens insieme con Riccardo Pinna e Vavassori, a centrocampo  Likaxhiu, La Vigna, Alvarez con i quinti Melli e Gomez, in attacco Mascia con Cristaldi. Greco ripropone la stessa squadra che ha battuto l'Arzachena con l'unico cambio a centrocampo, Pennetta per Mancini che supporta Arvia e Attili, il tridente d'attacco è composto da Varela, Floris e Toracchio, in difesa davanti a La Gorga ci sono Carta, Bonu, Callegari e Manca. Parte bene la Torres subito pericolosa al 5' con Cristaldi che si avvantaggia di un lancio lungo evita l'uscita di La Gorga (nella foto di Torres Sassari/Alessandro Sanna) ma non centra lo specchio di porta. L'argentino si rifà al 9': La Vigna avvia un'azione sotto la panchina di Giorico, vede e trova Mascia che subito imbecca Likaxhiu pronto a chiudere un triangolo per l'arrivo di Cristaldi a battere La Gorga calciando un rigore in movimento. L'esultanza sotto la curva tornata in possesso della tifoseria rossoblù. Il vantaggio dura poco, al 13' Arvia batte l'angolo, palla sul primo palo per la girata mancina di Callegari. Rossoblù storditi e messi ko al 16'. tutto parte da un angolo di La Vigna, raccolto da Floris che innesca lo scatto da centrocampo di Varela, vincente nella corsa con Melli e poi con Frasca quando insacca di piatto. Si complica la gara dei sassaresi, costretti all'affannoso inseguimento contro un avversario compatto, agile e pungente. Al 31', su un'uscita difettosa di La Gorga, la palla giunge sui piedi di Melli, sinistro smorzato da Manca e rinviato da Bonu ad un metro dalla porta. Al 34' corto retropassaggio di Rutjens intercettato come un fulmine da Varela, di punta anticipa l'uscita di Frasca che stende il portoghese, per l'arbitro Frosi non ci sono dubbi e fischia il calcio di rigore, sul dischetto ci va Attili che angola troppo la battuta spedendo fuori la palla. Torres graziata e Giorico prova ad approfittarne dando maggior esperienza in attacco con l'inserimento al 40' di Battista al posto di Rutjens. Il nuovo entrato si mette subito in evidenza al 42' quando salta Manca dentro l'area per liberare il sinistro rasoterra, La Gorga respinge ma a Cristaldi non riesce il tap-in.

Nella ripresa ci si aspetta una Torres all'arrembaggio visti i risultati favorevole con Afragolese e Nola in svantaggio. Ci prova ancora Battista che, 4', si accentra e calcia a fil di palo. Al 14' La Gorga si oppone sul tiro di Melli in allungo. Primo cambio per Greco che toglie Toracchio per l'ex Virdis, dato in prestito in Ogliastra. Al 20' si vede il Lanusei con l'assist di Floris per il colpo di testa di Pennetta fuori misura mentre l'azione personale di Mascia si conclude con un destro sull'esterno della rete prima di dare il cambio a Samuele Pinna entrato insieme con Ponsat. I rossoblù non riescono ad impensierire La Gorga nonostante Giorico butti in campo la quarta punta, Tedesco. Al 40' Ponsat pesca Battista che si esibisce in una semirovesciata con palla di poco alta sulla traversa. Il Lanusei sfrutta gli spazi, al 44' Varela affonda a destra, cerca di superare Vavassori ma scivola, lo imita anche Riccardo Pinna che così permette al portoghese di appoggiare palla ad Attili che si inserisce centralmente e, tutto solo, batte l'appena entrato Doumbouya. C'è lo spazio per il gol del 2-3 di Tedesco che chiude in rete con un diagonale ravvicinato la palla giunta nei suoi piedi da un rimpallo in seguito all'affondo centrale di Ponsat. Al triplice fischio la Torres capisce di aver gettato al vento il clamoroso match-ball per la salvezza. Ce ne sarà un altro solamente, da giocare a Muravera ma senza il braccino corto. Straordinario il campionato del Lanusei che aggancia il Muravera al settimo posto avendo il vantaggio degli scontri diretti. Fonte: sardegna.diariosportivo.it

MdA