13 Marzo 2022 15:30
Serie D (girone H) | Giornata 28
Primo tempo: 0-0
Team Altamura
1
1 : 1
Bitonto
1
Risultato Finale
Commento partita

TEAM ALTAMURA (3-5-2): Spina; Clemente, Sall, Mattera (c); Cancelliere (31’ st Dayawa), Ziello (43’ st Molinaro), Baradji, Serra (13’ st Massari), Tazza; Abreu (25’ st Lucchese), Lorusso (17’ st Tedesco). A disp.: Giuliani, Sparapano, Russotto, Simoni. All.: Di Benedetto

BITONTO (3-5-2): Cannizzaro; Petta, Lanzolla, Colella (22’ st Turitto); Stasi (20’ st Palumbo), Biason, Manzo (12’ st Figliola), Mariani (8’ st Piarulli), Lacassia; Lattanzio (c), Iadaresta (34’ st Riccardi). A disp.: Radicchio, Guarnaccia, Ferrante, Addae. All.: Potenza

ARBITRO: Davide Gandino della sezione di Alessandria (1° assistente: Pierpaolo Vitale della sezione di Salerno; 2° assistente: Antonio Caputo della sezione di Benevento)

MARCATORI: 54' Baradji (TA), 85' Riccardi (B)

NOTE. Espulso Cannizzaro (B) per fallo da ultimo uomo fuori area al 11’ st. Ammoniti: Serra, Lorusso (TA), Petta, Lacassia, Biason (B). Recuperi: 0' pt, 8' st.

La prima di mister Alessandro Potenza sulla panchina del Bitonto è nel segno delle assenze, soprattutto in attacco, e di un cambio nella veste tattica: 3-5-2, col tecnico di Apricena che deve rinunciare allo squalificato Taurino e all’infortunato Santoro. Out D’Anna, bloccato dall’influenza. Dunque, torna il 2003 Cannizzaro in porta; la linea di difesa a tre vede Lanzolla centrale, Petta e Colella braccetti; Manzo play davanti alla difesa, con Biason e Mariani mezze ali; Stasi sulla corsia di destra, Lacassia a sinistra; in avanti il duo Lattanzio – Iadaresta.

Panchina con Figliola, Riccardi, Radicchio, Piarulli, Guarnaccia, Palumbo, Ferrante, Addae e Turitto.

La Team Altamura di Leo Di Benedetto, invischiata nella lotta salvezza, si schiera anch’essa con un 3-5-2 con Spina tra i pali; linea di difesa a tre composta da Clemente – Sall – Mattera; centrocampo a cinque con Tazza – Ziello – Serra – Baradji – Cancelliere; in avanti il duo Abreu – Lorusso.

Pronti via e primo squillo di marca murgiana, col tentativo di Ziello alto sopra la traversa. Risposta Bitonto al 12’, Lattanzio sponda per Iadaresta, murato al tiro.

Il Bitonto prova a prendere le misure al match: minuto 26, Lattanzio imbeccato in area di rigore, la sua girata viene stoppata in angolo da Sall. Allo scoccar del 40’ ci prova Manzo dalla distanza, palla che termina sul fondo, non troppo lontana dalla porta difesa da Spina.

È l’ultimo sussulto di un primo tempo avaro di emozioni. Il Bitonto cresce col passare dei minuti ma pecca nell’ultimo appoggio verso la zona gol.

La ripresa. Il secondo tempo parte sulla stessa falsa riga della prima frazione di gioco. Mister Potenza prova a cambiare qualcosa a centrocampo inserendo Piarulli per Mariani. Ma al 54’ si sblocca il risultato, a favore dei padroni di casa: Baradji pesca dal cilindro una conclusione poderosa dalla distanza che si insacca nel sette, imparabile per Cannizzaro. Altamura avanti 1-0.

Il Bitonto accusa il colpo e Cannizzaro commette una clamorosa ingenuità: uscita fuori tempo all’esterno dell’area di rigore, nel tentativo di anticipare Lorusso, il portiere prende la palla con la mano. Inevitabile il cartellino rosso, Bitonto in dieci uomini. Dentro Figliola per Manzo. Punizione di Ziello, parata centralmente a terra dal neo entrato guardiano della porta neroverde.

Mister Potenza prova a cambiare volto e a ridisegnare la sua squadra: dentro PalumboTuritto e Riccardi per Stasi, Colella e Iadaresta. Il Bitonto resta aggrappato al match nonostante l’inferiorità numerica, alza il baricentro e costringe l’Altamura ad indietreggiare col passare dei minuti. E il suo atteggiamento coraggioso, viene premiato all’85’ con la rete del pareggio di Riccardi, al termine di una splendida combinazione nello stretto tra Piarulli, Turitto, Riccardi e Lattanzio: il filtrante decisivo è del capitano per l’under classe 2003, che penetra in area e trova la rete dell’1-1. Primo gol in neroverde per Riccardi, Bitonto ancora vivo.

Risponde subito al gol l’Altamura con l’occasione del neo entrato Molinaro, che ci prova sugli sviluppi di un calcio di punizione, palla di poco sul fondo. Ma è il Bitonto a crederci di più anche negli otto minuti di recupero: il cuore dei neroverdi non porta però alla vittoria e al triplice fischio finale arriva un pareggio che scontenta tutti, specie il Bitonto che fallisce l’occasione di rosicchiare due punti al Cerignola capolista, fermato a Nardò. Ma si torna al secondo posto, perché si aggancia a quota 54 punti in Francavilla, sconfitto a Nola. Domenica il campionato si ferma per consentire alla Rappresentativa della LND di partecipare al “Torneo di Viareggio”, competizione tra le più importanti al mondo per il mondo delle Giovanili. Si tornerà in campo domenica 27 marzo, quando al “Città degli Ulivi” arriverà il Gravina: due settimane di lavoro per mister Potenza per il rush finale della stagione.

Fonte: usbitontocalcio.it

MdA