04 Ottobre 2020 15:00 | Stadio Alfredo Giraud Serie D (girone G) | Giornata 2
| Primo tempo: 0-1
Risultato Finale
Commento partita

SAVOIA: Cannizzaro, Nespoli, Poziello, Orlando (86′ Riccio), Fornito (85′ Mancini), Correnti, Esposito G. (46′ Kacorri), Russo (71′ Caiazzo), De Rosa, Manzo, Kyeremateng (93′ Badje). A disposizione: Mancino, Porcaro, Mosca, D’Auria. All. Aronica

NOCERINA: Cappa (38′ Volzone), Impagliazzo, Morero (90′ Katseris), Massa, Garofalo (78′ Improta), Vecchione, Bottalico, Dammacco (51′ Manoni), Fois (46′ Esposito E.), Diakité, Talamo. A disposizione: Pisani, Martinelli, Saporito, Cuomo. All. Cavallaro

Arbitro: Giovanni Agostoni della sezione di Milano (1° Assistente: Alessio Miccoli della sezione di Lanciano; 2° Assistente: Pierpaolo Carella della sezione di L’Aquila)

Reti: 3′ Dammacco (N), 53′ e 69′ (rig.) Kyeremateng (S);

Ammoniti: Dammacco (N), Massa (N), Impagliazzo (N), Diakitè (N), Kyeremateng (S), Nespoli (S);

Espulsi: al 93′ Morero (N) per doppia ammonizione, al 96′ Manoni (N);

Note: gara giocata a porte chiuse. Angoli 4-2. Recuperi 4 pt, 6 st.

La Nocerina perde il derby contro il Savoia: dopo il gol illusorio di Dammacco, nei primi minuti di gara, una doppietta di Kyeremateng nel secondo tempo regala la vittoria ai biancoscudati. Al via parte bene la Nocerina, anzi benissimo, che trova subito il gol al 3′ con Dammacco, ben imbeccato dalla destra da Fois. il centrocampista molosso in piena area dribla il difensore diretto, mette a sedere il portiere e da posizione angolata, sulla destra, piazza la palla nell’angolino opposto. Il vantaggio immediato però fa sedere su stessa la Nocerina che si chiude a riccio e lascia il dominio del gioco ai padroni di casa. Il Savoia cerca di trovare dei varchi ma il muro rossonero tiene. Qualche brivido arriva solo su delle punizioni battute magistralmente da Fornito che vedono impattare malamente prima Nespoli al 10′, poi Poziello al 19′ e al 31′ è bravo il portiere Cappa ad alzare sulla traversa un pallone a campanile. Il Savoia domina a centrocampo semza però sfondare ed è ancora la Nocerina ad essere veramente pericolosa, questa volta con Diakitè, che, lanciato ancora una volta magistralmente sulla fascia destra, elude il fuori gioco dei padroni di casa, involandosi verso la porta, ma arrivato davanti a Cannizzaro tira addosso al primo palo, sprecando la palla del raddoppio. Al 38′, in seguito ad una mischia in area, Kyeremateng colpisce in malo modo Cappa che ha la peggio alla mano ed è costretto ad uscire, al suo posto entra Volzone che al al 44′ si mette subito in mostra parando una gran botta dalla sinistra di Esposito. Dopo 4 minuti di recupero termina il primo tempo con i molossi in vantaggio. Nel secondo tempo Aronica manda in campo Kacorri per Giovanni Esposito mentre Cavallaro fa entrare Eduardo Esposito per Fois. Il Savoia parte col piglio giusto e schiaccia la Nocerina nella propria area – intenta solo a difendere il vantaggio – lasciando il pallino del gioco ai padroni di casa e mancando anche ogni tentativo di ripartenza affidati al solo Diakitè. Il Savoia ne approfitta e al 53′, da un lancio dalla sinistra di Fornito, Kyeremateng è bravo a colpire di testa sul secondo palo e mandare la palla nell’angolino opposto. Ristabilita la parità i padroni di casa intuiscono le difficoltà dei rossoneri e spingono sull’acceleratore. La Nocerina non riesce proprio ad uscire dalla propria metà campo e al 68′, dopo l’ennesimo affondo in area del Savoia Massa atterra Orlando in area procurando un rigore. Dal dischetto ancora Kyeremateng non sbaglia portando i padroni di casa in vantaggio che a risultato ribaltato ora possono mollare la presa. La Nocerina però non ne approfitta, a centrocampo non ci sono idee e il lancio lungo per le punte sembra essere l’unica opzione per i molossi. Nonostante la girandola dei cambi, non succede più nulla, il Savoia controlla agevolmente e le uniche note, dolenti per la Nocerina, sono le espulsioni, in pieno recupero, del capitano Morero e di Manoni. Sconfitta che ha mostrato tanti limiti in casa rossonera e una squadra ben attrezzata per quanto riguarda il Savoia, ma per i rossoneri c’è poco tempo per analizzarli perché c’è già da pensare al recupero della prima giornata di campionato, mercoledì, contro il Giugliano.

MdA