30 Marzo 2022 15:00
Serie D (girone H) | Giornata 30
Primo tempo: 0-0
Nardò
0
0 : 0
Virtus Matino
0
Risultato Finale
Commento partita

NARDÒ (4-3-1-2): Petrarca; Alfarano, De Giorgi, Romeo (9′ st Trinchera), Masetti; Mengoli, Cancelli, Caracciolo; Mancarella; Puntoriere (9′ st Cristaldi), Caputo (25′ st Cavaliere). A disp. Rollo, De Feo, Mariano, Valzano, Dorini, Gallo. All. De Candia.

VIRTUS MATINO (3-5-2): Leuci; Maxime, Meola, Patronelli; Monopoli, Calò (35′ st Fina), Tarantino, Inguscio, D’Andria; Malonga (21′ st Stauciuc), Morra (21′ st Palmisano). A disp. Convertini, Michel, Rantucho, Cimino, Gramegna, Giannotta. All. Branà.

ARBITRO: Enrico Cappai della sezione di Cagliari (1° assistente: Mauro Antonio De Palma della sezione di Molfetta; 2° assistente: Fabio Cantatore della sezione di Molfetta)

NOTE: ammoniti Romeo, Mengoli (N), Patronelli, Calò, Maxime (M); espulsi: al 32′ st Mengoli (N) per doppia ammonizione. Rec. 1′ pt, 4′ st.

Mister De Candia si affida al consueto 4-3-1-2 con Petrarca tra i pali, Alfarano, De Giorgi, Romeo e Masetti sulla linea difensiva, Mengoli, Cancelli e Caracciolo in mediana con Mancarella a sostegno della coppia d’attacco Puntoriere e Caputo.
Primo tempo
Parte bene il Matino con Malonga che impegna Petrarca in due tempi. La replica neretina al 16’ con Mengoli che entra in area e tira, Leuci d’istinto devia in angolo. Sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla tre quarti, Masetti da buona posizione manda alto di testa. Stesso copione alla mezzora con cross profondo di Alfarano dalla destra, Mancarella colpisce di testa ma manca il bersaglio. Preme sull’acceleratore il Nardò e al 40’ Mengoli manda in tilt la difesa ospite con il tiro finale che supera Leuci ma si infrange sul palo. I biancazzurri non creano grossi grattacapi alla retroguardia granata e la prima frazione si chiude a reti inviolate.
Secondo tempo
La squadra di De Candia rientra in campo con il piglio giusto ed è capitan De Giorgi a suonare la carica con un tiro dai 20 metri che sfiora il palo alla destra di Leuci. Sull’altro fronte, Malonga calcia di sinistro da posizione defilata ma la mira è imprecisa. Insiste il Nardò con il neo entrato Trinchera che al 60’ ci prova da lontano, palla sul fondo. Ripartenza rapida del Matino con Malonga che si libera bene al tiro ma non inquadra lo specchio della porta. Pericoloso il Nardò al 69’ con Caputo ma la conclusione a botta sicura dell’attaccante granata è potente ma troppo centrale per battere Leuci. Piove sul bagnato per il Nardò quando al 77’ resta in dieci per il doppio giallo comminato a Mengoli. Mister Branà tenta il tutto per tutto irrobustendo l’attacco anche se è il Nardò a sfiorare il vantaggio con Cristaldi anticipato all’ultimo istante da Meola sul tocco da destra di Cavaliere. Ma la più ghiotta occasione della gara è appannaggio degli ospiti a tre minuti dal termine: discesa di Stauciuk dalla destra e tocco centrale per l’accorrente Monopoli che calcia a botta sicura ma Masetti si immola e salva in angolo.
Finisce senza vincitori una sfida che avrebbe potuto regalare un po’ di ossigeno al Nardò a cui mancano ancora tre gare da recuperare anche se le opportunità per lasciare il penultimo posto sono sempre meno. Domenica prossima la squadra di De Candia farà visita alla vicecapolista Francavilla.

Fonte: leccenews24.it

MdA