26 Marzo 2022 15:00
Serie D (girone H) | Giornata 29
Primo tempo: 0-0
Lavello
0
0 : 1
Audace Cerignola
1
Risultato Finale
Commento partita

LAVELLO (4-3-3): Chironi, San Roman, Di Fulvio, Onraita, Mannina (84′ Verdirosi), Grande (77′ Caruso), Dominguez, Militano, Sessa (77′ Marrale), Basrak (67′ Ouattara), Marcellino (59′ Tapia). A disposizione: Carretta, Mentino, Tavarone, Buglione. Allenatore: Karel Zeman.

AUDACE CERIGNOLA (4-3-3): Trezza, Vitiello, Manzo, Allegrini, Dorval, Giacomarro, Agnelli (88′ Russo), Longo (67′ Maltese), Achik, Malcore (83′ Palazzo), Loiodice (79′ Mincica). A disposizione: Tricarico, Silletti, Botta, Strambelli, Spinelli. Allenatore: Michele Pazienza.

ARBITRO: Matteo Frosi della sezione di Treviglio (1° assistente: Alessandro Marchese della sezione di Napoli; 2° assistente: Domenico Russo della sezione di Torre Annunziata)

MARCATORE: 53′ Longo

NOTE. Ammoniti: Mannina, San Roman (L); Manzo, Longo (AC). Espulso: Dominguez (L) al 93′. Angoli: 3-3. Fuorigioco: 2-5. Recuperi: 1’pt, 4′ st.

La ricerca e l’appuntamento giusto con l’episodio buono e, chissà, magari con il destino: la zampata in avvio di ripresa di Lorenzo Longo regala all’Audace Cerignola altri tre punti capitali nella corsa al vertice. Finisce 0-1 al “Pisicchio” di Lavello in una sfida maschia e che non ha concesso granché allo spettacolo, ma con i gialloblu concreti al momento giusto. Pazienza ritrova fra i titolari Agnelli e Loiodice, a comporre il tridente con Achik e Malcore, mentre Manzo rileva lo squalificato Sirri in difesa, nel 4-3-3. Zeman non rinuncia al suo modulo preferito, Basrak è il riferimento avanzato con Sessa e Marcellino ai lati. Prima frazione con pochissimi cenni di cronaca, il terreno di gioco è irregolare in più punti e impedisce una circolazione di palla a terra limpida. Il Lavello prova a mantenere il possesso, mentre il Cerignola è ordinato nel tenere le posizioni. Dopo un atterramento di Achik in area, sul quale l’arbitro fa proseguire, i padroni di casa si fanno vedere al 26′ con il servizio di Marcellino per Basrak e i pronti riflessi di Trezza sulla botta centrale, poi bloccata in due tempi. Poco prima del duplice fischio, Onraita sugli sviluppi di una palla inattiva calcia decisamente fuori misura.

La prima offensiva dell’Audace nel match è quella risolutiva: grande spunto di Malcore sul lato corto destro dell’area di rigore, difensore aggirato e cross radente al centro che Chironi non allontana in maniera definitiva. Sulla sfera si avventa Longo che scaglia in fondo al sacco per il terzo centro stagionale, andando ad esultare sotto un settore ospiti gremitissimo. La capolista prova ad approfittare della fase favorevole, Longo però nella seconda circostanza non ha la mira ideale come in precedenza. Serve invece una grande parata di Trezza sul diagonale ben indirizzato di Militano al 69′: il portiere si distende e concede soltanto il corner, blindando il vantaggio. A poca distanza, Giacomarro suggerisce per Malcore, il cui tiro risulta però masticato e facile per Chironi. Il neoentrato Mincica serve invece Achik all’80’, il fantasista calcia sul primo palo trovando la risposta di Chironi, poi Giacomarro spara largo il tap in. Non accade più nulla, se non il rosso diretto per il gialloverde Dominguez a recupero quasi ultimato.

Fonte: lanotiziaweb.it

MdA