24 Ottobre 2020 14:30 | Stadio Domenico Francioni Serie D (girone G) | Giornata 5
| Primo tempo: 1-0
Risultato Finale
Commento partita

Latina Calcio 1932: Alonzi, Pompei, Sevieri, Di Renzo, Tortolano (40’ st Atiagli), Barberini (36’ st Bardini), DI Emma (44’ st Mastrone), Calagna (39’ pt Teraschi), Allegra (34’ st Esposito G.), Esposito A., Giorgini. A disposizione: Gallo, Vinacri, Corsetti, Ricci. Allenatore: Scudieri.

Torres: Carta, Bilea (34’ st Ruzzittu), Ruiu (1’ st Pinna), Mastromarino (30’ st Bianco), Congiu, Lazazzera, Sarritzu (13’ st Deiulis), Fadda (16’ st Mascia), Mesina, Ladu, Belli. A disposizione: Drago, Rutjens, Moro. Allenatore: Gardini.

Arbitro: Andrea Zambetti di Lovere.
Assistenti: Gino Passaro di Salerno e Roberto Maroni di Fermo.

Note
Ammoniti: Bilea (T); Ladu (T); Mascia (T); Di Emma (L)
Angoli: Latina 7; Torres 5.
Goal: 5’ pt Di Renzo (L); 1’ st Di Renzo (L); 33’ st Tortolano (L).
Recuperi: 1’ pt; 4’ st.

Spettatori circa 300, ma curva vuota: i tifosi per protesta contro l'obbligo della mascherina non sono sono entrati.

Un rotondo 3-0, forbice più ampia rispetto ai valori espressi in campo, rilancia il Latina e spinge sempre più in basso la Torres. Serviva un immediato riscatto dopo la sconfitta di Cassino e questa è arrivata. La quarta vittoria nelle prime cinque gare può dire molto, ma ancora non abbastanza sulla forza di questo Latina, candidato comunque a stare tra le big del girone G puntalmente falcidiato dal Covid a furia di rinvii. Basti pensare che, a prescindere da come vadano a finire le altre tre partite in programma domani, il Latina già sa che rimarrà in testa per tutta la prossima settimana preparatoria a Lanusei. Per la prima trasferta sarda della campionato, Scudieri conta di recuperare al meglio Corsetti e Alessandro. Ma intanto ha recuperato il pubblico di casa, che per quanto esiguo (380 paganti), restituisce un minimo di normalità. Merce rara di questi tempi. Al Francioni la situazione si sblocca dopo 5 minuti. Di Renzo scardina la difesa da sinistra, si accentra e scarica il destro sotto la traversa. Gran gol, che accelera i tempi della partita, stimolando l'orgoglio sardo e il contropiede pontino.Le velleità delle due squadre producono conclusioni da media e corta distanza, tutte più o meno apprezzabili, e per vedere un’ altra incursione vera nel cuore dell' area di rigore ci vuole al 20' ancora Di Renzo, diagonale respinto da Carta. Poi la Torres si appoggia in sequenza veloce al tiro mancino: quelli di Ladu e  Sarritzu costringono Alonzi a due ottimi interventi. Ancora Sarritzu al 40' taglia in due la difesa di casa, ma perde forza al momento di calciare in porta, facilitando il compito di Alonzi. Dall'altra parte, 43', Carta viene salvato dal palo sull' esterno di Sevieri. Raddoppio rinviato al primo minuto della ripresa. Teraschi calcia dal limite, respinta rivedibile di Carta, Di Renzo è lì a due passi e insacca, mentre gli ospiti lamentano una posizione di fuorigioco dell'attaccante. Di Renzo potrebbe portarsi a casa il pallone della tripletta, se al 13', inquadrasse in mezza girata la porta sul cross di Teraschi. Gara ancora in equilibrio, che la Torres prova a riaprire. Al 18' sulla punizione di Ladu, svetta Deiulis, blocca Alonzi. Al 20' contropiede isolano, Mastromarino ha il pallone buono, piatto sinistro in corsa a fil di palo. Match virtualmente chiuso al 33': scambio sulla fascia sinistra Pompei - Tortolano, destro a giro dal vertice deviato da Lazazzera alle spalle di Carta per il 3-0. Il 4-0 viene evitato dallo stesso Carta, che al 43' sugli sviluppi del corner, si oppone con il corpo a Giovanni Esposito. Da lì in poi non accade sostanzialmente altro.

MdA