20 Febbraio 2022 14:30
Serie D (girone H) | Giornata 25
Primo tempo: 1-0
Francavilla F.C.
3
3 : 1
Città di Fasano
1
Risultato Finale
Commento partita

Fc Francavilla: Prisco, Vaughn (31’st Cristallo), Nicolao, Ganci, Russo, Di Ronza, Melillo (36’st Nolè), Cabella (38’st Gentile), Antonacci (20’st Polichetti), De Marco (19’st Petruccetti), Croce A disp. Daniele, Lavallo, Lazic, Tribuno All. Ragno

Us Città di Fasano: Suma, Del Col, Bianco, Capomaggio, Gorzelewski, Callegari (35’st Semenzin), Losavio, Lezzi (9’st Battista), Forbes, Corvino (30’st Richella), Calabria A disp. Ceka, Taddeo, Carbotti, Bernardini, Di Lonardo All. Perrone

Arbitro: Virgilio di Agrigento

Reti: Di Ronza 39’pt, 34’st Croce, 43’st Gentile (F), Losavio 50’st (F)

Note: 38'st espulso Capomaggio (C) per doppio giallo. Ammoniti: Polichetti (F), Cavella (F); Rec. 1'pt, 5'st

Domenica da dimenticare per l'Us Città di Fasano che esce sconfitto dallo stadio “Nunzio Fittipaldi” per 3-1.

Festeggia il Francavilla in Sinni, non solo per il contro-sorpasso in classifica ai danni proprio dei biancazzurri ma soprattutto per aver portato a casa un risultato sicuramente troppo largo rispetto a quello che si è visto in campo.

Troppo severo ed eccessivamente duro il passivo ai danni dei ragazzi di Danucci che avrebbero potuto chiudere già il primo tempo con un secco 2-0, grazie alle occasioni capitate a Losavio e Corvino ma il portiere dei sinnici, il classe 2002 Antonio Prisco, è autore di un'impeccabile prestazione per tutti i 95' e capace di mantenere la sua porta inviolata fino al gol della bandiera di Losavio.

Il reparto offensivo biancazzurro quest'oggi ha sofferto la mancanza del suo più importante punto di riferimento, lo squalificato Sosa che non è riuscito a essere degnamente sostituito dal volenteroso Forbes prima e da Richella poi.

I primi 45' si concludono, quasi a sorpresa, con il vantaggio del Francavilla con Di Ronza che al 39'pt mette a segno l'unico tiro in porta dei padroni di casa.

Nella ripresa la musica non cambia e il Fasano continua a spingere sull'acceleratore a caccia del pari. Prisco, autentico man of the match, nega la gioia del gol prima a Forbes e poi a Callegari e mantiene il risultato in cassaforte.

Come un fulmine a ciel sereno arriva il raddoppio di Croce, su calcio d'angolo di Melillo, al 34'st e per i biancazzurri è una doccia gelata. Capomaggio perde la testa e al 39'st si fa ammonire per la seconda volta e viene spedito anzitempo sotto la doccia. Ennesimo rosso a partita in corso per un calciatore del Fasano ed ennesima partita terminata in inferiorità numerica.

Danucci dovrà essere bravo a gestire bene l'aspetto nervoso, caratterista che ha assunto il Fasano proprio dall'arrivo dell'allenatore tarantino, che a lungo andare potrebbe essere determinante soprattutto in ottica play-off.

Il tris dell'ex Gentile arriva al 43'st, con il Fasano che ha già staccato la spina da qualche minuto e che è virtualmente già proiettato verso la partita di domenica prossima. Losavio, ispirato dal neo-acquisto Semenzin (debutto quest'oggi per l'argentino) al 50'st sigla il gol della bandiera e nega a Prisco la soddisfazione del clean-sheet.

Sarà fondamentale proprio questo: dimenticare in fretta e furia il risultato del “Fittipaldi”, recuperare gli squalificati Sosa e Camara e concentrarsi unicamente a domenica 27 febbraio quando al “Curlo” arriverà il Bitonto.

Fonte: osservatoriooggi.it

MdA