26 Marzo 2022 14:30
Serie D (girone H) | Giornata 29
Primo tempo: 1-0
F.C. San Giorgio
1
1 : 0
Città di Fasano
0
Risultato Finale
Commento partita

FC SAN GIORGIO (3-5-2): Bellarosa; Landolfo, Cassese, Sepe; Bozzaotre (63' Guarino), Navas (88' De Siena), Argento, Ruggiero, Raucci; Mancini (75' Greco), Varela. A disp.: Barbato, Luongo, Spedaliere, Veneruso, Onesto, Evacuo. All.: Ambrosino

CITTA' DI FASANO (4-4-2): Ceka; Del Col, Camara (73' Losavio), Gorzelewsky, Bianco; Battista (35' Bernardini), Capomaggio, Calabria, Corvino (79' Richella); Gomes (70' Semenzin), Sosa. A disp.: Suma, Taddeo, Quaranta, Callegari, Lezzi. All.: Danucci

ARBITRO: Marco Di Loreto della sezione di Terni (1° assistente: Lorenzo D’Alessandris della sezione di Frosinone; 2° assistente: Davide Fabrizi della sezione di Frosinone)

MARCATORE: 6' Mancini

NOTE: spettatori 200 circa, di cui una ventina provenienti da Fasano. Espulsi: Calabria (F) al 29' per gioco violento; Sepe (S) al 58' per doppia ammonizione. Ammoniti: Bellarosa, Ruggiero, Raucci (S); Corvino (F). Angoli: 4-5. Recuperi: 5 pt, 6 st.

Ambrosino deve fare a meno degli infortunati Raiola, Di Pietro e Scalzone e dello squalificato Caprioli, in panchina si rivedono Evacuo e Guarino. L'avvio di gara è scoppiettante: Ruggiero al 5' raccoglie una respinta corta di Ceka, batte a rete a colpo sicuro ma la sua conclusione viene intercettata sulla linea da un difensore. Passano trenta secondi e Mancini, imbeccato all'interno dell'area, lascia partire un fendente all'incrocio che non lascia scampo al portiere: 1 a 0 e seconda rete consecutiva per il numero dieci, che al 25' calcia ancora da buona posizione ma stavolta non trova il bersaglio grosso. Al 29' altra svolta della partita: Calabria interviene in ritardo col piede a martello su Navas, l'arbitro è lì a due passi e non può far altro che estrarre il cartellino rosso. Fasano in dieci e sotto di un gol, ma i pugliesi nel finale di frazione sfiorano due volte il pari, fermati da un Bellarosa assolutamente superlativo. Nella ripresa viene ristabilita la parità numerica: al 58' (dunque 29 minuti dopo l'espulsione di Calabria, avvenuta al 29'), Sepe viene mandato sotto la doccia per doppio giallo. Il Fasano spinge, i granata però si chiudono bene e ripartono con incisività. Al 72' Mancini viene pescato in area dopo un contropiede letale, Camara lo mette giù ed è calcio di rigore. Dal dischetto va Varela (tra i migliori in campo), il suo piatto destro è ben angolato ma Ceka compie un miracolo e devia in angolo. I ragazzi di Ambrosino sono bravi a non disunirsi dopo aver mancato il raddoppio e riescono a preservare il vantaggio fino alla fine. Al fischio finale è festa al Paudice, finalmente fortino dei granata. Mercoledì il turno infrasettimanale in quel di Molfetta, prima di un aprile decisivo che vedrà cinque scontri diretti per la salvezza, a partire da quello di domenica prossima contro l'Altamura a San Giorgio a Cremano.

Fonte: fcsangiorgio.it

MdA