30 Marzo 2022 15:00
Serie D (girone H) | Giornata 30
Primo tempo: 2-2
Casertana
3
3 : 2
Lavello
2
Risultato Finale
Commento partita

CASERTANA: Carotenuto, Rainone, Vacca (67’ Vacca), Felleca (88’ Carannante), Mansour (74’ Kosovan), Monti, Feola (88’ Nicolau), Munoz, Maresca (59’ D’Ottavi), Favetta, Colacicchi. A disp.: Bovenzi, Salto, Vicente, Kosovan, Rossi, Cusumano, Nicolau, D’Ottavi, Carannante. Allenatore: Vincenzo Feola.

LAVELLO: Chironi, Di Fulvio, Massa, Basrak (64’ Ouattara), Tapia (69’ Marrale), Militano, Sessa, Onraita, Marcellino, San Roman, Caruso (77’ Grande). A disp.: Caretta, Puleo, Mannina, Grande, Mentino, Larocca, Tavarone, Ouattara, Marrale. Allenatore: Karel Zeman.

ARBITRO: Andrea Zoppi della sezione di Firenze (1° assistente: Gianmarco Spagnolo della sezione di Lecce; 2° assistente: Francesco Minerva della sezione di Lecce)

MARCATORI: 5' rig Tapia (L), 10' rig Favetta (C), 25' Vacca (C), 30' aut.Rainone (C), 92' Nicolau (C)

NOTE. Ammoniti: Basrak (18’), Felleca (46’), Mannina (60’), Di Fulvio (71’), Marrale (83’), Massa (85’); RECUPERO: 1’ (pt), 5’ (st)

Il match inizia col botto allo stadio Alberto Pinto. Dopo soli quattro minuti di gioco, il Lavello sblocca la sfida dagli undici metri. Ad andare in gol su rigore, nato da un presunto tocco di mano in area, è un cinico Tapia. Instantanea la riposta della Casertana di Feola che trova la rete del pari con un nuovo penalty. A regalare l’1-1 alla compagine rossoblù è Favetta, cinico dal dischetto. Dopo il gol, i falchetti vanno alla carica sfiorando il vantaggio prima con bomber Favetta e poi con Vacca. Al minuto 20 è Felleca a mettere i brividi al Lavello che salta il diretto avversario e lascia partire un tiro dal limite che si alza di poco oltre la traversa. Tre minuti dopo l’offensiva dei rossoblù arriva la replica della formazione ospite con un colpo di testa di Basrak, poco preciso sotto porta. Al 25esimo è nuovamente la Casertana a tuonare e a realizzare il tanto cercato gol del 2-1. A portare in vantaggio i falchetti ci pensa un ispirato Vacca. Forte del punteggio, i rossoblù si portano ad un passo dal tris con Favetta. Il calciatore dei campani, dopo un ottimo inserimento, impensierisce Ghironi con una conclusione violenta. Alla mezz’ora è sempre la Casertana a rendersi protagonista, ma in negativo. Al 30’ il Lavello agguanta il 2-2 grazie ad un intervento in area di Rainone che commette un autorete in spaccata nel tentativo di anticipo su cross di Marcellino. Gli animi divampano in campo, sopratutto dopo un presunto fallo da rigore su Mansour. L’attaccante arriva di corsa in area per calciare, ma un avversario lo travolge nel tentativo di spazzare la palla. Azione che l’arbitro giudica regolare. Nel finale della prima frazione è la formazione allenata da Feola a rubare la scena. Nell’ultima occasione degna di nota, i falchetti si avvicinano al gol con Maresca che, dopo l’imbeccata di Maresca, si mostra sprecone di testa da posizione favorevole.

Anche la ripresa è spumeggiante al Pinto. La Casertana, dopo otto minuti di gioco, sfiora il 3-2 con un bolide di Felleca che non inquadra la porta di un non nulla. La morsa della squadra di casa si fa sempre più intensa col passare dei minuti. La Casertana si getta all’assalto della metà campo del Lavello, dando vita innumerevoli sortite offensive. Nonostante i diversi affondi della compagine padrona di casa, il team guidato da Karel Zeman tiene botta. Nel rush conclusivo c’è un altro episodio dubbio, scaturito da un tocco di mano in area di un calciatore lucano. Ma il direttore di gara lascia correre ancora una volta. La mole di gioco della Casertana si intensifica nel finale di gara: al 92’ Kosovan innesca Favetta che manda fuori di testa da posizione invitante. Dopo i molteplici tentativi, la squadra di Feola trova la rete del vantaggio grazie al gol di Nicolau che la fotofinish regala la vittoria ai suoi.

Fonte: sportcampania.it

MdA