06 Ottobre 2021 15:00
Primo tempo: 1-0
Casarano
2
2 : 0
Audace Cerignola
0
Risultato Finale
Video Partita
Casarano-A. Cerignola 2-0
Commento partita

Casarano (4-3-1-2): Iannì, Signorelli, Rizzo, Sanchez, Coronese (92′ Greco), Atteo, Meduri, Di Biase (46′ Pipistrelli), Coria (83′ Maraschio), Prinari (86′ Florio), Dambros (27′ Tedesco). A disposizione: Montoya, Tordini, Manca, Santarcangelo. Allenatore: Matias Calabuig.

Audace Cerignola (4-2-3-1): Brescia, Basile, Manzo, Allegrini, Dorval (61′ Russo), Maltese, Tascone (46′ Agnelli), Bollino (14′ Tricarico), Mincica (58′ Achik), Loiodice, Malcore (80′ Botta). A disposizione: Silletti, Palazzo, Sirri, Vitiello. Allenatore: Michele Pazienza.

Arbitro: Colaninno (Nola). Assistenti: Nicosia-Cassano (Saronno).

Reti: 37′ Prinari, 77′ Tedesco.

Ammoniti: Coria, Atteo, Iannì (C); Tascone, Dorval (AC). Espulso: Brescia (AC) al 12′ per fallo da ultimo uomo.

Angoli: 3-5. Fuorigioco: 0-2. Recuperi: 3′ pt, 3′ st.

Prima sconfitta in campionato per l’Audace Cerignola, che cede al “Capozza” 2-0 al Casarano, in una sfida condizionata dalla prematura inferiorità numerica, a causa dell’espulsione di un insicuro Brescia. Gli ofantini incappano nella classica giornata storta, inchinandosi definitivamente una volta subito il raddoppio. Pazienza propone qualche modifica al suo 4-2-3-1: rientra Allegrini e c’è Basile terzino destro in difesa, Tascone torna dal 1′ in mediana al fianco di Maltese, Bollino fa parte dei trequartisti, presenti gli ex Mincica e Tascone. E’ 4-3-1-2 per Casarano, Coria agisce alle spalle di Prinari e Dambros. Il primo cenno di cronaca è già fondamentale: al 12′ Brescia difetta completamente nel controllo di un pallone servito da un compagno, si inserisce Dambros steso al limite dell’area dal portiere. Rosso per l’under classe 2002 e Pazienza costretto a togliere Bollino per fare spazio fra i pali a Tricarico; la susseguente punizione di Prinari si infrange sulla barriera. Sono i padroni di casa a fare la partita, privilegiando un palleggio che però non crea grandi spunti in avanti: di contro il Cerignola dato l’uomo in meno cerca di attivarsi in ripartenza. Un cambio anche per Calabuig, quando al 27′ deve inserire Tedesco per l’infortunato Dambros. La prima sortita degli ospiti al 29′, Mincica per Malcore ma il destro del centravanti è fiacco e Iannì para. Il punteggio cambia al 37′: Prinari riceve palla, si accentra e scarica un gran destro sul palo lungo dai venti metri sul quale Tricarico non può nulla. Loiodice prova subito a replicare (sfera a lato), poi al 44′ Sanchez schiaccia di testa su calcio da fermo con la palla alta sulla traversa. La migliore occasione per l’Audace proprio al 45′: Loiodice allunga per Malcore, sul quale in piena area si difende Iannì, mettendo in corner. Si va al riposo con i salentini avanti e una gara in salita per i cerignolani.

In avvio di ripresa, Agnelli rileva Tascone mentre Pipistrelli è la novità fra i rossazzurri in luogo di Di Biase. Al 54′ Pipistrelli si insinua nella difesa gialloblu, mette una pezza in uscita Tricarico ad evitare il peggio. Il portiere si ripete due minuti più tardi, non facendosi ingannare dalla punizione deviata dalla barriera di Tedesco. Pazienza getta nella mischia a stretto giro di posta Achik e Russo, eppure quello che risulterà l’unico tentativo della ripresa arriva al 64′ col tiro fuori misura di Agnelli sugli sviluppi di un corner. Gli uomini avanzati delle “cicogne” sono imbrigliati dall’attenta difesa locale e quando il cronometro segna il 77′ una bella azione manovrata regala il 2-0 al Casarano. Pipistrelli in velocità allarga su Coria, il tracciante dal lato destro dell’area di rigore trova dalla parte opposta Tedesco, pronto a trafiggere nuovamente Tricarico. Sostanzialmente il sipario sulla partita cala qui, non accade più nulla fino al triplice fischio e con la squadra di Calabuig a festeggiare un meritato successo che porta i leccesi a quota 9 in classifica, scavalcando proprio il Cerignola.

L’opportunità per un pronto riscatto per l’Audace sarà domenica 10 ottobre al “Monterisi”, ricevendo un Team Altamura battuto in casa oggi dal Lavello e con un solo punto racimolato in quattro gare. Smaltita l’amarezza per il primo ko stagionale, il gruppo di Pazienza deve rialzarsi e riprendere subito la marcia.

Fonte: lanotiziaweb.it

MdA