04 Settembre 2022 15:00
Primo tempo: 1-2
Bitonto
2
2 : 2
Afragolese
2
Risultato Finale
Commento partita

BITONTO (3-5-2): Figliola; Basile, Silletti, Guarnaccia; Riefolo (26’ st Petrignani), Clemente, Lucchese, Muscatiello (28’ st Losavio), Chiaradia (36’ st Figliolia); Taurino (16’ st Maffei), Palazzo (42’ st Gianfreda). A disp.: Petrarca, Consonni, Acella, Montagnolo. All. Loseto

AFRAGOLESE (4-2-3-1): Provitolo; Manco, Forte, Mansi, Picascia; A. Esposito, Virgilio (50’ st De Marzo); Da Dalt, Cerone (37’ st De Angelis), Romeo (38’ pt Sibilio. 44’ st Cordato); Longo (16’ st Aracri). A disp.: Mazzone, Percuoco, F. Esposito, Volpicelli. All. Buono.

Arbitro: Guerra (Venosa). Assistenti: Bosco (Lanciano) e Giorgetti (Vasto)

Reti: 21’ pt Romeo, 28’ pt Longo, 31’ pt Chiaradia, 41’ st Maffei

Ammoniti: Taurino, Maffei, Guarnaccia (B), Romeo, Manco, Da Dalt (A)
Minuti di recupero: 2 pt – 6 st.

Un esordio in Campionato non privo di problemi di formazione per mister Valeriano Loseto, costretto a rinunciare agli infortunati Ciafardini, Tangorre, Cutrone e Mariani. Il tecnico neroverde cambia modulo tattico e schiera i suoi col 3-5-2: Figliola tra i pali; linea di difesa composta da Basile – Silletti – Guarnaccia; a centrocampo, Lucchese play, con Muscatiello e Clemente interni, Riefolo e Chiaradia a spingere sulle fasce; in avanti, Taurino a ridosso della punta centrale, capitan Palazzo.

Panchina con Petrarca, Consonni, Maffei, Figlolia, Acella, Petrignani, Gianfreda, Montagnolo, Losavio.

L’Afragolese giunge a Bitonto con ambizioni di vertice ma reduce da un clamoroso terremoto in panchina, con l’esonero di mister Cioffi dopo la sconfitta casalinga in Coppa Italia contro la Puteolana. Per la trasferta in terra pugliese, in attesa di ufficializzare la nuova guida tecnica, panchina temporaneamente affidata all’allenatore della Juniores, mister Sergio Buono, che schiera i suoi con un 4-2-3-1: Provitolo in porta; linea di difesa composta da Manco – Forte – Mansi – Picascia; a metà campo Alessio Esposito Virgilio; sulla trequarti Da Dalt – Cerone – Romeo a supporto dell’unica punta Longo.

Subito partita vibrante. Due giri di lancette e opportunità per il Bitonto: Taurino recupera palla sulla trequarti, si avvia verso la porta avversaria, dal limite dell’area di rigore prova una conclusione murata dalla difesa. Risposta immediata dei campani, botta da fuori di Cerone, palla sul fondo.

Allo scoccar del 10’ Bitonto in avanti: corner dalla sinistra di Chiaradia, colpo di testa di Palazzo sul secondo palo, sfera che non inquadra lo specchio.

Minuto 21 e l’Afragolese passa in vantaggio: azione che si sviluppa sulla destra, cross di Esposito, sul secondo palo svetta di testa Romeo, che supera Figliola e sigla l’1-0 ospite.

Bitonto che accusa il colpo e rossoblu campani che allungano al 28’: sempre dal versante di destra, cross di Cerone, sbuca in area di rigore Longo, che sorprende la difesa bitontina e sigla di testa, tutto indisturbato, il 2-0.

Gli uomini di mister Loseto però provano a restare aggrappati al match e nel punteggio e al 31’ accorciano immediatamente: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la difesa campana libera, la sfera arriva a Chiaradia che senza pensarci due volte, dalla lunghissima distanza, fa partire una botta che si insacca sotto l’incrocio, imparabile per Provitolo. 1-2.

Brivido nella difesa neroverde nel primo dei due minuti di recupero: sempre il solito traversone dalla destra, questa volta Basile anticipa tutti ma rischia una clamorosa autorete, toccando in calcio d’angolo.

È l’ultima emozione del primo tempo: il Bitonto va al riposo sotto di una rete, pagando a caro prezzo due distrazioni difensive e la fisicità dei campani, ma riesce grazie alla grande giocata di Chiaradia a restare vivo nel match.

La ripresa. La seconda frazione di gioco parta con un nuovo brivido nella difesa bitontina: angolo dalla destra, Longo sbuca tra le maglie difensive e sottomisura, di testa, tocca alto sopra la traversa.

Partita bloccata: Bitonto che prova a fare la gara, ma non trova spazi e guizzi per creare grattacapi alla difesa avversaria. Afragolese che invece controlla sornione, senza grossi affanni.

All’ora di gioco mister Loseto cambia: dentro Maffei per Taurino, per provare a dare nuovo impulso in fase offensiva.

Minuti 66 ed opportunità per gli ospiti, che sfondano come sempre sulla destra, traversone di Da Dalt per la testa di Mansi, cuoio che non impensierisce Figliola.

69’ e primo vero squillo della ripresa del Bitonto: da una rimessa laterale, combinano nello stretto Palazzo e Maffei, quest’ultimo si gira in un fazzoletto e seppur da posizione defilata prova la conclusione, intercettata sul primo palo da Provitolo. Poco dopo ci prova Palazzo, da posizione assai defilata, conclusione di facile lettura per l’estremo difensore di casa.

Cambia mister Loseto al 73’ dentro Losavio per Muscatiello, poco dopo spazio a Petrignani per Riefolo, out per problemi fisici: Bitonto che passa al 4-4-2 con Chiaradia centrale al fianco di Silletti, Basile e Guarnaccia esterni, Losavio e Petrignani larghi a centrocampo. Sussulto afragolese: cross di Cerone dal fondo sinistro, smanaccia Figliola la velenosa traiettoria indirizzata verso lo specchio.

All’81’ mossa della disperazione di mister Loseto: fuori Chiaradia, dentro Figliolia, Bitonto a trazione fortemente anteriore. E che pochi istanti dopo il cambio va vicino al pareggio: punizione dalla trequarti, la sfera arriva a Silletti che prova a coordinarsi ma non inquadra lo specchio.

Il Bitonto spinge col cuore e trova all’86’ il pareggio: Palazzo recupera palla sulla trequarti sinistra, servizio al centro, difesa campana in affanno, Maffei al volo si gira senza pensarci due volte e fa esplodere il “Città degli Ulivi” con una rasoiata angolata: 2-2!

Mister Loseto si copre: dentro Gianfreda per Palazzo, squadra più accorta ma che con cuore, carattere e caparbietà va all’arrembaggio alla ricerca della vittoria. E nel secondo dei sei minuti di recupero va vicinissimo al clamoroso ribaltone: Lucchese sfonda sulla sinistra, cross dal fondo, la sfera arriva a Figliolia, che ci prova in spaccata, salva tutto Provitolo. 94’ ci prova ancora Maffei a giro, debole e fiacca la conclusione, parata dal portiere ospite.

È l’ultima clip del match: escono tra gli applausi i leoncelli neroverdi, il Bitonto sotto di due reti, rischia ma non muore e si rialza, mostrando tutta la sua anima leonina. E il 2-2 nel finale poteva tramutarsi in una clamorosa vittoria. Ma da qui si parte, da questo pareggio in rimonta e dal messaggio lanciato a tutti: all’ombra dell’ulivo ci sono ragazzi pronti a lottare fino all’ultimo istante.

Fonte: usbitontocalcio.it

MdA