20 Ottobre 2021 15:00 | Stadio "Città degli Ulivi" Serie D (girone H) | Giornata 7
| Primo tempo: 1-0 | Divieto di trasferta per i tifosi ospiti
Risultato Finale
Video Partita
Bitonto-Fasano 3-0
Commento partita

BITONTO: Lonoce; Colella S., Lanzolla, Colella D., Colaci; Biason (C) (36’ st Petta), Manzo; Palumbo (36’ st Mariani), Guadalupi (22’ st Montinaro), D’Anna (14’ st Triarico); Santoro (40’ st Genchi). A disp.: Martellone, Taurino, Radicchio, Guarnaccia. All. De Luca

CITTÀ DI FASANO: Suma; Del Col, Camara, Capomaggio, Assoumani (37’ st Bianco); Bernardini (C), Lucchese (14’ st Gomes Forbes); Battista (40’ st Losavio), Calabria (18’ st D’Addabbo), Calemme (10’ st Richella); Prado Fusero. A disp.: Ceka, Mucedero, Colabello, Sibilla. All. Mosca

Arbitro: Di Nosse (Nocera Inferiore). Assistenti: Savino (Napoli) e Ferraro (Frattamaggiore).

Reti: 27’ pt Santoro, 30’ st Montinaro, 47’ st Genchi

Ammoniti: Colaci, Lanzolla (B); Camara, Capomaggio, Assoumani, Gomes Forbes (F). Minuti di recupero: 2 pt – 6 st.

Il Bitonto cancella di personalità e qualità i “pensieri biancazzurri” della vigilia, superando di slancio con un secco 3-0 che non ammette repliche, il Città di Fasano presentatosi al “Città degli Ulivi” con entusiasmo e spensieratezza da vendere (ed a sole tre lunghezze dai leoncelli, in graduatoria), dopo la brillante vittoria casalinga sull’ex capoclassifica Francavilla e un ruolino di marcia offensivo che riportava, prima di oggi pomeriggio, almeno un gol realizzato in ogni partita fin qui disputata.

La partita.
Pesante indisponibilità dell’ultimo minuto per il Bitonto, che deve fare a meno del suo capitano, Riccardo Lattanzio, per un guaio fisico occorsogli durante il riscaldamento. Claudio De Luca ridisegna al volo il suo 4-2-3-1 di partenza e manda in campo: Lonoce tra i pali, Silvio Colella, Lanzolla, Danilo Colella e Colaci sono le quattro scelte per la retroguardia. Biason-Manzo frangiflutti con Palumbo, Guadalupi e D’Anna alle spalle di bomber Santoro, già a quota quattro gol in Campionato. Prima del fischio d’inizio odierno…
Oltre al già menzionato Lattanzio, tribuna per Carotenuto, Figliola, Kanoute, Lanzillotta, D’Ancora, Piarulli, Rimoli.

Il Fasano di mister Mosca risponde “a specchio”, con il bravo 2001 Suma in porta; Del Col, Camara, Capomaggio e Assoumani, in difesa. Capitan Bernardini e Lucchese mediani, Battista, Calabria e Calemme alle spalle del centravanti ispano-argentino Prado Fusero, il match winner dell’ultima uscita casalinga dei brindisini. In casa fasanese indisponibili, fra gli altri, bomber Corvino e Taddeo.

Il primo squillo dell’assolato pomeriggio bitontino è lanciato dagli ospiti, con una punizione forte ma decisamente centrale di Battista, dai venticinque metri. Lonoce blocca la sfera al petto con estrema sicurezza. Gli risponde Santoro, quasi allo scoccare del 10’, con un colpo di testa in bello stile su imbeccata piazzata di capitan Biason. Palla a lato.
15’: altra ghiotta occasione “aerea” per i padroni di casa. Cross perfetto di D’Anna dalla sinistra e zuccata di Guadalupi, l’uomo gettato nella mischia last minute da mister De Luca al posto di Lattanzio. La sfera sorvola minacciosamente l’incrocio alla destra di Suma.
27’: spettacolare vantaggio neroverde! Schema su punizione perfettamente riuscito, per gli uomini di De Luca: Manzo finta la botta secca centrale dalla media distanza e pennella in verticale per il delicato sinistro volante dell’attaccante natio di San Giovanni Rotondo, che fulmina un impietrito Suma. Quinta rete consecutiva realizzata nei primi 45 minuti per lui e 1-0 Bitonto.
34’: Santoro sfiora il bis, un po’ per demerito suo e molto di più per il senso del piazzamento di Suma, bravissimo a disinnescare in tuffo il diagonale destro del 32 di casa.
Finisce così la prima metà di gara: Bitonto 1 – Fasano 0, all’intervallo.

Secondo tempo.
Danilo Colella alto di testa, da calcio d’angolo, al minuto 7.
Manzo ci prova al volo da lontano, sempre sugli sviluppi di un corner. Palla alta.
Stessa sorte capita a Guadalupi, poco dopo, con un destro dal limite dell’area.
Iniziano i cambi ambo i lati: dentro Triarico-Montinaro per D’Anna-Guadalupi, sponda Bitonto, e il tris Richella-Gomes Forbes-D’Addabbo in luogo di Calemme, Lucchese e Calabria. Mister Mosca gioca a rischiatutto… E quasi quasi gli riesce subito lo sgambetto al LeoncelloMinuto 21: colpo di testa proprio dell’ultimo entrato D’Addabbo che, indisturbato e da distanza ravvicinata, non centra di un nulla la porta difesa da Lonoce, anche oggi impeccabile in uscita e a rinvio.
25′: miracolo d’istinto di Suma su Danilo Colella, nuovamente in proiezione offensiva su azione di calcio d’angolo. La smanacciata mancina, da terra, del giovane estremo difensore fasanese è da applausi.
30′: i padroni di casa raddoppiano. Punizione a giro di Montinaro, autentico maestro della specialità, impercettibile deviazione biancazzurra a centro area e sfera (già di suo destinata a finire in fondo al sacco) che s’insacca a pochi centimetri dal palo opposto rispetto al punto di battuta. 2-0. Curiosa particolarità: Montinaro, inizialmente in tribuna, entra in distinta a causa del forfait in extremis di Lattanzio e in meno di mezz’ora a sua disposizione, non solo entra nel tabellino-marcatori, ma si rende protagonista di uno scorcio di match di assoluto livello, a 360 gradi. Chapeau!
Al secondo dei sei minuti di recupero assegnati dal sig. Di Nosse, arriva anche la terza segnatura per i padroni di casa, seconda del pomeriggio realizzata da subentranti neroverdi. Genchi, in azione di ripartenza (passaggio finale decisivo di Silvio Colella), supera Suma con un diagonale mancino dal limite dell’area bello e preciso. Una rete da centravanti puro che sa di liberazione, per lo sfortunato trentaseienne barese, appiedato lo scorso anno da un intervento al ginocchio e da poco rientrato a pieno regime nei ranghi.

Il Bitonto continua così a guardare tutti dall’alto della classifica del girone H, tuttavia va detto che il Leoncello ha già assunto le sembianze della lepre, inseguita al momento da una muta di belve affamate di valore. Valore di cui non difetta nemmeno il Casarano, prossimo avversario del Bitonto in Campionato. Fonte: usbitontocalcio.it

MdA