BRAVIN: “La Nocerina non può finire così”

Scudetto Nocerina

Scudetto Nocerina

“Una grande società come la Nocerina con oltre 100 anni di calcio sulle spalle non può finire così! Bisogna attivarsi!” Poche parole affidate alla mail di ForzaNocerina.it. A scriverle è Fabio Bravin, ex attaccante dei molossi nell’annata 68-69, quella del ritorno in panchina di Giacomino De Caprio, di Tortora, di Mattucci e dei primi calci in rossonero dell’allora sedicenne Roberto Chiancone che l’anno successivo farà il suo esordio con la Nocerina. Bravin, 8 reti quell’anno, è rimasto molto molto legato alla città e a Stanislao Villani, figlio dell’allora presidente, il marchese Villani. Attaccante di categoria, forte tecnicamente e dall’invidiabile fiuto del goal, al quale solo un brutto infortunio negò una carriera ancora migliore.

Speranze le sue, condivise dalla stragrande maggioranza dei tifosi molossi ma che per il momento rischiano seriamente di essere disattese. All’orizzonte di concreto non c’è nulla se non la buona volontà di chi in un modo o nell’altro sta cercando di convogliare le forze imprenditoriali del comprensorio e non per consentire ai rossoneri di ripartire già dal prossimo anno, nel frattempo toccherà ancora al settore giovanile.

Fonte: ForzaNocerina.it

MdA

Presidente dei Fuori sede Nocera